Ragioni per le quali il tasso di produzione dei dati può essere più lento del massimo teorico quando si esegue il backup su un supporto su nastro

Close X

Il presente documento è una traduzione dall'originale in lingua inglese e potrebbe essere stato creato automaticamente. Dopo la pubblicazione della presente traduzione, potrebbero essere stati introdotti aggiornamenti al testo inglese originale, che potrebbero non essere presenti nel documento tradotto. Symantec non garantisce la precisione né la completezza della presente traduzione. Per informazioni più aggiornate, redatte in lingua originale, è possibile consultare la versione in inglese di questo documento della knowledge base.

Articolo:TECH8326  |  Creato: 2010-01-20  |  Aggiornato: 2010-12-14  |  URL dell'articolo http://www.symantec.com/docs/TECH8326
Tipo di articolo
Technical Solution


Oggetto

Problem



Ragioni per le quali il tasso di produzione dei dati può essere più lento del massimo teorico quando si esegue il backup su un supporto su nastro


Solution



Le prestazioni di backup variano tra sistemi simili e le prestazioni di ciascun sistema sono direttamente correlate a uno o più dei seguenti fattori:

Hardware
La velocità del controller del disco ed errori hardware causati dall'unità disco, dall'unità a nastro, dal controller del disco, dal bus SCSI oppure dall'utilizzo improprio di cavi o terminazioni possono causare un rallentamento delle prestazioni.

Verificare che il controller sia corretto per l'hardware di backup su nastro e che le impostazioni SCSI del sistema BIOS siano impostate correttamente. Nei modelli più recenti di controller SCSI è specificata per impostazione predefinita la comunicazione con le unità disco rigido SCSI. La maggior parte delle unità a nastro è in grado di gestire solo una velocità di trasferimento sincrono (velocità del bus) massima di 3-22 MB/sec con la compressione hardware. Una velocità superiore non solo compromette la scrittura dei dati su nastro in flusso continuo, ma può anche danneggiare l'hardware dell'unità a nastro.

 

  • Attiva disconnessione e negoziazione sincronizzazione è impostata su NO (nella maggioranza dei casi).
  • Avvia negoziazione wide deve essere impostata su Sì quando il dispositivo a nastro è collegato al connettore del cavo di un dispositivo SCSI esteso a 68 pin.
  • Un'unità nastro non deve mai essere connessa a un controller Raid SCSI.



Sistema
Frammentazione disco/file - I dischi frammentati richiedono maggior tempo per l’esecuzione del backup. I dischi rigidi con una frammentazione elevata non solo riducono la velocità di scrittura dei dati su nastro, ma compromettono anche le prestazioni complessive del sistema. I file frammentati richiedono più tempo per il backup perché ciascun segmento di dati si trova in una diversa posizione sul disco; per questo motivo, invece di leggere semplicemente i blocchi di dati in successione, le testine del disco devono andare in punti diversi per accedere ai dati. Le prestazioni possono di solito essere migliorate eseguendo una regolare deframmentazione del disco.

Anche l'attività del sistema durante il backup rallenta le prestazioni sull'unità nastro.

Memoria disponibile
La quantità di memoria disponibile influisce sulla velocità di backup. Memoria insufficiente, impostazioni del file di paginazione errate e mancanza di spazio disponibile sul disco rigido causano un'eccessiva paginazione e rallentano le prestazioni.

Tipi di file
I file generici possono essere compressi con un tasso di compressione 2:1 se si utilizza la compressione hardware. Si verifica una maggiore o minore compressione a seconda del tipo di file di backup. La compressione media può raddoppiare la velocità di backup, mentre senza compressione il dispositivo a nastro funziona alla velocità normale.

I file di immagine sono compressi completamente sui dischi. Di conseguenza, quando si esegue il backup di questi tipi di file, la compressione hardware non viene eseguita durante il backup e l'unità a nastro funzionerà alla velocità nativa (senza compressione). La compressione hardware viene eseguita dal dispositivo a nastro e non dal software di backup.

Compressione
Una corretta compressione può aumentare la velocità di trasferimento dei dati dell'unità a nastro fino a raddoppiare la velocità nativa. Alcune unità a nastro utilizzano l'algoritmo di compressione Lempel-Ziv (LZ1) per la maggiore versatilità ed efficienza che garantisce. La compressione può essere molto variabile a seconda dei dati di input. Gli algoritmi di compressione cercano gli schemi di dati ripetuti che possono essere compressi.

I file di immagine di un programma di grafica quale Microsoft Paint possono essere compressi con un rapporto di 4.5:1 o superiore, mentre i file binari possono essere compressi solo con un rapporto di 1.5:1. La dimensione dei dati già compressi o dei dati casuali, quali i dati crittografati o i file MPEG, può invece aumentare di circa il 5% se si tenta di comprimerli ulteriormente, riducendo le prestazioni dell'unità.

Dimensioni e numero dei file
Il numero totale dei file sul disco e le dimensioni di ciascun file può velocizzare o rallentare il backup. I backup più veloci si verificano quando il disco contiene alcuni file di grandi dimensioni. La velocità di backup è minore quando il disco contiene migliaia di file di piccole dimensioni. L'efficienza di backup è maggiore se i file si trovano nello stesso percorso di directory anziché in percorsi diversi.

Dimensioni dei blocchi
Più grandi sono le dimensioni dei blocchi migliore è il rapporto di compressione. Con un migliore rapporto di compressione, l'unità può ottenere non solo una migliore produzione ma anche aumentare la capienza sul nastro. Verificare che il blocco e le dimensioni del buffer siano impostati correttamente. Le prestazioni miglioreranno in relazione alla compressione ottenuta, fino a raggiungere le prestazioni massime dell'unità. Symantec non consiglia l'aumento delle dimensioni dei blocchi rispetto alle impostazioni predefinite.

Rete
La velocità di backup per un disco remoto è limitata dalla velocità della connessione fisica. La velocità con la quale può essere eseguito il backup degli hard disk del server remoto dipende dalla marca/modello delle schede di rete, la configurazione del tipo di modalità o di frame della scheda, i dispositivi di connessione (hub, switch, router e così via) e le impostazioni di Windows NT o Windows 2000. In genere, la velocità di backup delle unità disco locali su Bacup Exec Server è maggiore di quella dei server remoti in rete.

Impostazioni di rete:
Un rallentamento nei backup di rete può verificarsi a causa della configurazione della rete.

Funzionalità come “full-duplex" e “rilevamento automatico” possono non essere completamente supportate in ogni ambiente. Impostare manualmente la velocità a 100 Mb e la funzionalità duplex su half/full sul lato server. Individuare a quale porta Ethernet il server è connesso sullo switch e impostare la PORTA SWITCH su 100 MB e half/full duplex. Effettuare questa operazione per la porta switch del server di backup e per tutte le porte switch dei computer su cui viene eseguito il backup.

Nota:

  1. Quando è installato un hub invece di uno switch, è possibile che la funzionalità full duplex non sia supportata; consultare il produttore del dispositivo originale per dettagli sulle funzioni del dispositivo.
  2. Sia lo switch che la scheda di rete devono avere impostazioni corrispondenti; ad esempio, se la porta dello switch è impostata su 100 half, anche la scheda NIC del server deve essere impostata su 100 half.


Se un backup full duplex è più lento di un backup half duplex, è possibile che la funzione full duplex non sia supportata nella combinazione scheda NIC, driver e switch. Contattare il produttore della scheda NIC e dello SWITCH per ottenere i driver aggiornati, il firmware, o altra documentazione di supporto.

Un'altra causa comune può essere il driver della scheda NIC. Il driver della scheda NIC può essere sovrascritto facilmente da un service pack del sistema operativo. Se è stato applicato un service pack e il driver è stato sovrascritto, reinstallare il driver OEM (Original Equipment Manufacturer).

Cosa si intende per prestazioni ottimali?
La velocità del processore host, le prestazioni della scheda dell'host, la configurazione del bus, il software dell'host e le caratteristiche e le prestazioni dell'unità disco sono tutti fattori che influenzano le prestazioni. Su molti sistemi è possibile ottenere un’idea della velocità di trasferimento dati massima possibile, indpendentemente dall'unità a nastro, con una copia su un file nullo dal disco. Quando questa velocità è minore delle specifiche delle prestazioni, può essere necessario apportare dei miglioramenti nell'host prima che l'unità possa raggiungere la velocità di trasferimento massima.

Per testare le prestazioni del sistema e delle unità di rete locali, eseguire un backup di prova che meglio si adatti alla velocità di backup ottimizzata. Un esempio potrebbe essere un backup di alcuni file di grandi dimensioni, che si comprimono con un tasso di compressione 2:1 su un disco relativamente libero da frammentazioni senza eseguire contemporaneamente altre attività. Per calcolare la velocità di backup di compressione ottimizzata, moltiplicare la velocità dell’unità nastro nativa per due, quindi moltiplicare il risultato per 60 per una velocità di 1 MB al minuto (quindi moltiplicare per 60 per una velocità di 1 GB per ora).

Un'unità nastro DLT 7000 sarà calcolata nel modo seguente: 5 MB/Sec MB x 2 x 60 = 600 MB al minuto x 60 = 36 GB all'ora

Questo calcolo è la velocità teorica massima che può non essere effettivamente raggiunta a causa di normali fattori come l’apertura/chiusura di file, altre attività simultanee, bassa velocità di rete, backup di file già compressi e altri errori di I/O o del nastro.

Come migliorare potenzialmente le prestazioni del backup su nastro:

  1. Assicurarsi che l’unità nastro sia definita correttamente per il sistema dell'host. È comune che un host SCSI disattivi la cache adattativa sull'unità se non riconosce la stringa di identificazione del prodotto restituita da un comando di richiesta. Questa cache attiva funzioni come lo streaming dell’unità in modo da funzionare nei momenti di massime prestazioni. Consultare il manuale del prodotto per maggiori informazioni.
  2. Mettere l’unità nastro su un controller non Raid
  3. Assicurarsi che le impostazioni siano corrette nell’utilità Post Bios Setup del controller
  4. Assicurarsi che sia stato applicato l’aggiornamento del driver/BIOS appropriato per il controller SCSI
  5. Verificare che siano utilizzati i cavi e la terminazione appropriati per il dispositivo.
  6. Aggiornare il firmware sull’unità nastro con l’ultima versione. In alcuni rari casi, è possibile che debba essere installata la versione precedente del firmware per ottenere prestazioni migliori.
  7. Controllare le impostazioni di configurazione predefinite per l’unità nastro e verificare che siano impostate correttamente.
  8. Controllare le statistiche dell’unità nastro e dei supporti nastro per vedere se si verificano degli errori durante l’esecuzione di backup. Se viene visualizzato un numero eccessivo di errori, è possibile che le impostazioni del Bios del controller SCSI, i driver di dispositivo, il livello del Bios/Firmware o il tipo di supporti nastro utilizzati non siano appropriati per il dispositivo a nastro.
  9. Eseguire processi di cancellazione e sostituire i supporti su nastro in base alle istruzioni del produttore
  10. Controllare i registri degli eventi delle applicazioni e di sistema di Windows NT o Windows 2000 per vedere se vi sono avvisi o errori. I numeri identificativi di evento 7, 9, 11 e 15 nel registro eventi di sistema indicano di solito che esiste un problema hardware.




References
Documenti correlati (In Inglese):


190828: Remote backups performed using agents (Agent for SQL, Agent for Exchange, Remote Agent, etc.) are unresponsive or extremely slow on particular machines.
http://library.veritas.com/docs/190828


191122: Backup of a Machine Running Open File Manager (OFM) and Antivirus Software is Extremely Slow
http://library.veritas.com/docs/191122


191158: How to resolve SCSI bus timeouts
http://library.veritas.com/docs/191158


191807: How to improve backup performance when using Backup Exec for Windows NT to backup files over a network
http://library.veritas.com/docs/191807


191896: The error message "The request could not be performed because of an I/O device error" is reported when performing a backup operation using an IDE tape drive.
http://library.veritas.com/docs/191896


192163: When performing a verify operation, does Backup Exec compare the tape to the hard disk?
http://library.veritas.com/docs/192163


192216: "Data error (cyclic redundancy check)" is reported in the Backup Exec job log during a failed backup/verify operation
http://library.veritas.com/docs/192216


199542: Backups fail to get double the amount of the native capacity recorded to a media, even when hardware compression is being utilized, or the total byte count in the job log is higher than the maximum possible compression rate of the tape media.
http://library.veritas.com/docs/199542


205122: MDAC Troubleshooting steps
http://library.veritas.com/docs/205122


230206: How to determine the cause of a Tape Alert (Hardware) message that is reported in the Backup Exec job log
http://library.veritas.com/docs/230206


230861: How to generate a report in order to diagnose slow backups of an Oracle Database server?
http://library.veritas.com/docs/230861


231027: How to disable the VERITAS Backup Exec for Windows NT watermark to increase throughput over a slow WAN link
http://library.veritas.com/docs/231027


231558: Slow transfer rate or "Drive Not Responding" while performing Microsoft Exchange 5.5 or Microsoft Exchange 2000/2003 individual mailbox backups with Backup Exec for Windows Servers 7.x, 8.x, 9.x and 10.x
http://library.veritas.com/docs/231558


234316: How to configure SCSI settings for an Adaptec 2940 SCSI Adapter Card using the SCSI Configuration Utility
http://library.veritas.com/docs/234316


234547: Commonly used Backup Exec for Windows NT and Windows 2000 documentation.
http://library.veritas.com/docs/234547


235354: How to determine if a reasonable completion time of an individual mailbox backup is being achieved on a network
http://library.veritas.com/docs/235354


235821: How to Monitor for Network Subsystem Bottlenecks
http://library.veritas.com/docs/235821


236858: How to determine the status of Backup Exec drivers under Windows 2000 and Windows 2003.
http://library.veritas.com/docs/236858


237444: How to correct slow backup performance, slow virus or pre-job scans, and agent initialization problems on fragmented Windows 2000 and Windows 2003 Server Hard Disk Partitions
http://library.veritas.com/docs/237444


237769: Low throughput during backups or restores of remote NetWare or Windows servers over TCP/IP
http://library.veritas.com/docs/237769


238752: What is a quick erase / long erase and when should it be carried out?
http://library.veritas.com/docs/238752


239610: When attempting to stop the Backup Exec Services, "Error 1053: The service did not respond to the start or control request in a timely fashion" occurs.
http://library.veritas.com/docs/239610


240775: Backup operations using a Hewlett-Packard C1533 Digital Audio Tape drive result in the backup process terminating abruptly. The System Event Viewer Log will report Event ID 9 for SCSI bus time-outs.
http://library.veritas.com/docs/240775


240947: An error message: "Media Mount Failed" is reported when attempting to perform a backup operation.
http://library.veritas.com/docs/240947


241430: How to check the integrity of the Device and Media Database (PVL.MDB)?
http://library.veritas.com/docs/241430


241684: Event ID 7 is generated in the System Event log when performing a media operation on a tape device.
http://library.veritas.com/docs/241684


241858: Slow backup performance occurs when backing up Microsoft Exchange 2000 and Exchange 2003 servers between 1:00 am and 5:00 am.
http://library.veritas.com/docs/241858


242438: Slower backup performance occurs as the Exchange 2000 database becomes fragmented.
http://library.veritas.com/docs/242438


242861: Differential Mode Delay occurring in multi-mode fibre may cause transmission problems in Storage Area Network environments, resulting in failed backups, timeouts, or very low throughput rates with the Backup Exec Shared Storage Option.
http://library.veritas.com/docs/242861


244621: The size (in bytes) of the mailbox backup in the job log is being reported double or more than the actual size of the Information Store.
http://library.veritas.com/docs/244621


244660: Slow backup performance is encountered when backing up a Windows 2000 machine with Windows Internet Protocol security (IPSEC) enabled, from a Windows NT 4.0 machine.
http://library.veritas.com/docs/244660


244747: Definition of terms within the various tabs of the Drive Properties dialog box
http://library.veritas.com/docs/244747


246958: How to confirm that the data is being properly written to the tape media
http://library.veritas.com/docs/246958


246994: Slow backups may occur when the Intel Physical Addressing Extensions (PAE) specification is enabled on Windows 2000 Advanced server or Datacenter server.
http://library.veritas.com/docs/246994


247847: Slow throughput is encountered when performing a restore operation to a Windows XP platform.
http://library.veritas.com/docs/247847


248089: A tape drive intermittently goes offline on the Backup Exec Devices tab, and "Event ID: 15. The device, \Device\SCSI\device_name is not ready for access yet" is recorded in the Event Viewer System log.
http://library.veritas.com/docs/248089


190603: Storage device "DEVICE 0" reported an error on a request to read data from media.
http://library.veritas.com/docs/190603


248225: When VERITAS Backup Exec (tm) is installed on a Compaq server, I/O device errors show up in the Backup Exec log, but nothing is reported in the event viewer system log.
http://library.veritas.com/docs/248225


249090: What Backup Exec settings can be modified to reduce the amount of time it takes for a backup to run?
http://library.veritas.com/docs/249090


252901: What is the capacity of the media for the Tape Drive that's installed?
http://library.veritas.com/docs/252901


237047: How to resolve hardware communication/detection issues with Backup Exec
http://library.veritas.com/docs/237047


255501: How to troubleshoot issues with a Robotic Library or Tape Drive in Backup Exec for Windows Servers
http://library.veritas.com/docs/255501


259030: New tape drive configuration settings are available in Backup Exec 9.x and 10.x
http://library.veritas.com/docs/259030


258159: "A timeout occurred waiting for data from the agent during operation shutdown" or "The network connection to the Backup Exec Remote Agent has been lost. Check for network errors" (a00084f8 HEX or e00084f8 HEX) is reported during a backup operation.
http://library.veritas.com/docs/258159


269712: Backup jobs hang in a running state and have to be canceled, and/or fail with "Final error: 0x456 - The media in the drive may have changed." or "Incorrect function" error.
http://library.veritas.com/docs/269712


271438: How hard disk compression can affect backup and restore jobs on a Windows NT File System Partition
http://library.veritas.com/docs/271438


290536: Slow throughput is observed on duplicate backup jobs that are run from disk to tape media.
http://library.veritas.com/docs/290536

 



Legacy ID



20080707102136975


URL dell'articolo http://www.symantec.com/docs/TECH8326


Termini di utilizzo di queste informazioni sono disponibili in Note legali