Symantec Italia
siti globali
prodotti e servizi
acquisto
supporto
partner
security response
downloads
informazioni su Symantec
ricerca
feedback


© 1995-2008 Symantec Corporation.
All rights reserved.

Note legali
Politica sulla privacy


Privati e Professionisti

Notebook, un bene da proteggere

Gli ingombri sempre più ridotti e la maggior potenza dei portatili li hanno resi oggetti sempre più amati, anche dai pirati informatici e dai ladri. Come proteggere il proprio portatile? Cosa fare se si è vittime di un reato informatico?

I vantaggi della tecnologia wireless e dei dispositivi portatili sono ormai noti a tutti. Le cifre relative agli acquisti di computer portatili bastano da sole a ricordarci che la nostra è un'era incentrata sulla mobilità: il 54% dei computer venduti sono portatili; nel maggio di questo anno i volumi delle vendite relative a computer portatili negli Stati Uniti hanno di gran lunga superato quelle dei computer desktop. Ma è proprio questa crescente popolarità a rendere questi dispositivi sempre più esposti al rischio di furti. Stando ai dati di SafeWare, una società di assicurazioni statunitense, nel 2001 sono stati registrati 591.000 furti di computer portatili. Il furto non è però l'unico rischio a cui questi gioielli di tecnologia sono esposti. Essendo più fragili dei desktop, i computer portatili sono molto più esposti al rischio di subire danni irreparabili o incidenti che li rendano inutilizzabili.
Inoltre, i dati in esso contenuti sono a volte più esposti ai rischi, soprattutto nel caso di connettività wireless. In caso di furto, l'utente non perde solo il computer ma anche tutti i dati. Se la vittima in questione è un rappresentante o uno studente, la perdita in questione potrebbe essere devastante poiché potrebbe significare, ad esempio, la perdita dell'elenco dei clienti o di un'intera tesi.

Sicurezza fisica
La praticità e l'accessibilità dei computer portatili, che fa sì ad esempio che possano essere utilizzati negli aeroporti, nei caffè o sui mezzi di trasporto pubblici, sono le caratteristiche che hanno contribuito maggiormente alla loro diffusione. Ma anche le ragioni per cui sono oggetti così bersagliati dai ladri. Se non si prendono misure di protezione adeguate, il computer portatile può letteralmente scomparire nell'arco di qualche secondo.
- Dispositivi antifurto
Sebbene sia costituito solo da un piccolo filo di ferro, il cosiddetto lucchetto o dispositivo di blocco dei computer portatili è praticamente impossibile da rimuovere. Un'estremità del lucchetto, che ha la forma di una presa, viene inserita nella porta antifurto del computer, mentre l'altra viene collegata ad un oggetto fisso. Se inserito, il lucchetto rende praticamente impossibile l'asportazione del portatile senza danneggiarne l’estetica. Tuttavia, è utile ricordare che la porta per il dispositivo antifurto è presente solo su alcuni modelli, ma non su tutti.
Se il computer non dispone di questo dispositivo, è possibile anche provare ad applicare una targa antifurto, che consiste nell'applicare una placca in metallo al computer. Essendo impossibile da rimuovere, questa targa costituisce un ottimo deterrente poiché se viene denunciato il furto del numero di serie, il computer non può essere rivenduto.
Il notebook può essere protetto anche per mezzo di programmi software appositamente progettati per consentire l'identificazione di computer rubati. Il software non è visibile all'utente e non può essere eliminato nemmeno riformattando il disco fisso. Ad ogni riavvio, il software si ricollega al sito Web del produttore, all'insaputa dell'utente, trasmettendo l'indirizzo IP o il numero di telefono utilizzati per l'accesso ad Internet. Anche se questo sistema non impedisce fisicamente il furto, permette comunque il rilevamento dell'hardware rubato.
- Assicurazione
I notebook sono costosi, quindi il loro furto, in alcuni casi, comporta notevoli danni. Per ridurre i rischi, alcuni produttori, distributori e società di assicurazione offrono speciali pacchetti assicurativi per i computer portatili. Queste polizze offrono una copertura sia in caso di furto che di incidente. Occorre però fare attenzione poiché in molti casi le condizioni delle polizze sono limitative e prevedono, ad esempio, il rimborso per furto solo in caso di attacco personale o effrazione. Inoltre, le polizze sono piuttosto costose, pari a circa 90 euro l’anno, e alcuni dei fornitori non coprono tutti i possibili danni.

Protezione dei dati
In caso di furto o effrazione, c'è il rischio che estranei possano entrare in possesso di dati personali. Fortunatamente, esistono molti modi per limitare i danni. Ad esempio crittografando tutto l’hard disk o parte di esso. Alcuni software permettono all'utente di creare partizioni di dischi nascoste o accessibili solo tramite password. In altri casi, può essere utile configurare una password a livello di BIOS, ossia una password necessaria per l'avvio del sistema. Alcuni computer portatili dispongono di un sistema di riconoscimento delle impronte digitali che impediscono l'accesso ai dati da parte di utenti non autorizzati. In alternativa, è possibile anche bloccare il computer con una smart card o una chiave USB. Inoltre, è sempre consigliabile effettuare un backup regolare dei dati su disco floppy, CD o scheda flash, a condizione, naturalmente, che tali supporti vengano conservati in un luogo diverso dal computer.

Consigli per limitare i rischi
Trasportare sempre il notebook in una borsa ordinaria, come uno zaino. È sempre meglio evitare di utilizzare valigette con i nomi dei produttori per evitare di attirare l'attenzione di possibili ladri. Rimuovere tutti i dispositivi portatili del computer e custodirli in un luogo a parte. Se si prevede di utilizzare il notebook in luoghi affollati come aeroporti e caffè, è sempre consigliabile dotare il portatile di un lucchetto e prestare sempre la massima attenzione.